Il passo dello Stelvio a pedaggio, scompare l'entità istituzionale del parco nazionale
Comunicato stampa di Mountain Wilderness Italia onlus.


Con il 2018 chi transiterà con auto privata sul passo dello Stelvio pagherà un pedaggio di €. 20,00. Lo stanno concordando provincia di Bolzano, Regione Lombardia e il Cantone dei Grigioni in Svizzera. L'obiettivo è quello di fare del passo un museo all'aperto, dice l'assessore all'ambiente della Provincia di Bolzano Richard Theiner, una serie di infrastrutture attraenti per i turisti. Gli incontri fra i tre enti sono sempre più serrati e c'è ottimismo sulla capacità di stringere le decisioni in tempi stretti.
Mountain Wilderness commenta la notizia con preoccupazione.
Dove c'è pedaggio, afferma l'associazione, (passo del Rombo, 21 euro, Tre Cime di Lavaredo, 25 euro) il traffico continua ad aumentare, non risolve alcuno dei problemi presenti: traffico, sicurezza, rumore. Risulta invece prioritario un progetto di mobilità su area anche vasta che eviti a residenti e ospiti l'utilizzo dell'auto per raggiungere areali tanto fragili. Piani di mobilità mai affrontati.
In secondo luogo non si comprende come si intenda infrastrutturare il passo per renderlo più appetibile quando il territorio da tempo ha perso ogni qualità paesaggistica, ogni profilo di identità e molte strutture versano in uno stato di abbandono inqualificabile.
E' infine grave che gli assessori bolzanini nei loro comunicati non facciano un minimo riferimento al Parco Nazionale dello Stelvio e che evitino accuratamente di inserire queste progettualità all'interno delle linee guida che dovrebbero governare in tempi brevi il più grande parco nazionale delle Alpi.

per Mountain Wilderness Italia onlus
Luigi Casanova



 Notizia pubblicata
 in data:
04.12.2016
  Invia questa
 notizia ad un amico!
News precedente:
» Salviamo il Parco Regionale Sirente-Velino
News successiva:
» Balme dice no all’eliski
Torna in alto |